Foto articolo iserniatour.it - //www.molisetour.it/blog/foto/blog/bl_1807291701576244.png
Se sei curioso e vuoi sapere
altro clicca qui!


Lo stemma di isernia


un serpe attorcigliato ad una clava a forma di scettro, che si vuole essere stata appunto l’insegna di una nazione più antica di fede, di fortuna e di civiltà degli stessi Pelasgi

A metà Ottocento, Stefano Jadopi, asserendo che lo stemma della città di Isernia era stato conservato ab antiquo, così lo descrisse: «un serpe attorcigliato ad una clava a forma di scettro, che si vuole essere stata appunto l’insegna di una nazione più antica di fede, di fortuna e di civiltà degli stessi Pelasgi».
Sarebbe, pertanto, uno stemma antichissimo, ben-ché, di fatto, sia sconosciuta l’epoca in cui esso venne adottato la prima volta.
Nella biblioteca comunale “Michele Romano”, è con-servato un privilegio, concesso ad Isernia da Carlo V nel 1521, su cui è impressa l’effige municipale; ma non è certo se si tratti di quella ufficiale a quel tempo.
Nel corso dei secoli, lo stemma è stato più volte ri-toccato in modo spurio.

L'attuale statuto comunale ne sancisce gli elementi: «è costituito da uno scudo oblungo di tipo sannitico su cui campeggiano le iniziali della città, composte da un caduceo verticale intorno al quale è attorci-gliato un serpente a forma di S.
Lo scudo è avvolto da foglie di acanto e sormontato da un elmo rabescato a cancelli con cimiero».

autore: Mauro Gioielli


Info: http://www.comune.isernia.it/artecultura/stemma.htm


Commenta il post

Nome
 
E.Mail
Titolo
Commento




428
Letto
Twitter
Istagram
@claudiovarriano

www.iserniatour.it è un sito senza sponsor e senza nessun finanziamento, se questo post o altri ti sono piaciuti puoi sostenere questa iniziativa effettuando una donazione economica senza nessun limite (minimo o massimo).
Grazie, lo staff di iserniatour.it .
ad banner
Se desideri sostenere questo blog puoi contribuire cliccando sul tasto:
Grazie!

Trova nel sito:

Qualche cosa!!!

Some text..

Some text..