Foto articolo iserniatour.it - //www.molisetour.it/blog/foto/blog/bl_1809040836078132.jpg
Se sei curioso e vuoi sapere
altro clicca qui!


Le risorse d’acqua del Molise


Il Molise è caratterizzato da una rete idrografica che ha inciso notevolmente sull’insediamento, sulla viabilità e sulle attività economiche, ed è stata causa di numerosi problemi.

Il Molise è caratterizzato da una rete idrografica che ha inciso notevolmente sull’insediamento, sulla viabilità e sulle attività economiche, ed è stata causa di numerosi problemi.
I corsi d’acqua, compresi i principali fiumi e i laghi naturali, hanno un regime prevalentemente torrentizio, gonfi d’acqua in inverno e quasi asciutti in estate.
Le rovinose piene, sono, salvo rare eccezioni, un ricordo del passato, essendo stati realizzati, dalla seconda metà del secolo scorso, prelievi direttamente alle sorgenti per alimentare acquedotti ed invasi artificiali con funzioni, questi ultimi, di contenimento delle acque e di distribuzione delle stesse.
Il territorio molisano è interessato da cinque bacini interregionali e da un solo bacino regionale, quello del Biferno, unico fiume interamente molisano.

Le sorgenti più importanti, per portata, che alimentano gli acquedotti regionali, e quelli delle regioni limitrofe, si trovano per lo più a quota compresa fra i 300 e i 600 metri e ciò ha determinato, per l’approvvigionamento idrico dei comuni molisani, situati a quote superiori, problemi e costi elevati.

Negli anni settanta, per soddisfare la crescente domanda di acqua, la CASMEZ progettò la realizzazione di ben 14 invasi artificiali, le cui acque erano destinate, prevalentemente, alle regioni limitrofe ( sono stati realizzati ed in via di ultimazione solo cinque, avendo, il Consiglio regionale del Molise, con delibera n. 98 del 23/02/2000, sospesa la realizzazione di quelli non ancora costruiti ).

La rete idrografica del Molise è alquanto fitta per la presenza di numerosi torrenti e torrentelli, alcuni dei quali a carattere regionale.
I sistemi fluviali che interessano il Molise sono : il Volturno, con i principali affluenti Cavaliere e Vandra, si sviluppa, nell’alto corso, nella provincia di Isernia, il Sangro a confine con l’Abruzzo e solo per pochi chilometri, scorre in Molise, il Trigno, con il Verrino, nel medio e basso corso segna il confine con l’Abruzzo, il Fortore, con il Tappino, nel basso corso, scorre in parte in Molise e, segna il confine orientale con la Puglia, per poi sfociare nell’Adriatico poco più a Sud del confine regionale, il Biferno, con il Quirino,
Callora, Rio nell’alto corso e con il Cigno verso la foce, è il fiume più importante della regione, la divide in due, ha un bacino di 1.311 chilometri quadrati, cinquantadue i comuni della valle, ventisei quelli che hanno tutta la superficie territoriale compresa per intero nella valle e di questi 19 hanno un confine segnato dal Biferno.
Ad eccezione del Volturno, tributario del Mar Tirreno, gli altri fiumi Trigno, Biferno, Saccione e fortore sfociano nell’Adriatico ed hanno un corso quasi parallelo. I fiumi segnano per un lungo tratto i confini con le regioni limitrofe, Sangro e Trigno con l’Abruzzo, Saccione e Fortore con la Puglia, Volturno con la Campania.

I laghi naturali del Molise sono di piccolissima estensione, quasi tutti stagionali e presenti per lo più nella Montagnola di Frosolone; tale area è caratterizzata da fenomeni carsici, sono presenti doline di ogni tipo, prevalentemente a scodella e a piatto, raramente a imbuto.

Le doline sono spesso isolate, ma anche multiple, con allineamento lineare, e spesso in seguito ad ingrandimento, cioè a fusione di doline multiple adiacenti, si è formata un’enorme depressione ad uvala, ad esempio quella occupata a quota 1.108 dal lago di Civitanova del Sannio, generalmente si riempie al disgelo di un velo d’acqua alto in media 1 m per 5 ha, raramente 2 m per 8 ha con un’estensione media di 5 ettari ed una profondità di un metro, si svuota d’estate attraverso un inghiottitoio. Gli altri piccolissimi laghi sono : il Lago di Carpinone, il Lago dei Castrati, il Lago del Cervaro e il Lago di Cannavina.

I nostri acquedotti:
Acquedotto Molisano Destro: a servizio di 41 comuni molisani, 21 campani e 12 pugliesi, mediante le acque del Biferno;
Acquedotto Molisano Sinistro: a servizio di 45 comuni molisani mediante le acque del Trigno, del Pincio, di S.Maria del Molise e di Muro Lungo;
Acquedotto Campate e Forme: a servizio di 12 comuni molisani mediante le acque delle omonime sorgenti;
Acquedotto Basso Molise: a servizio di 10 comuni molisani mediante le acque del Liscione.
Acquedotto Campano
Acquedotto Alto Molise
Invaso di Liscione
Invaso di Arcichiaro

preso in rete:Molise acque vol 1

autore: Claudio Varriano


Info: www.iserniatour.it/blog


Commenta il post

Nome
 
E.Mail
Titolo
Commento




753
Letto
Twitter
Istagram
@claudiovarriano

www.iserniatour.it è un sito senza sponsor e senza nessun finanziamento, se questo post o altri ti sono piaciuti puoi sostenere questa iniziativa effettuando una donazione economica senza nessun limite (minimo o massimo).
Grazie, lo staff di iserniatour.it .
ad banner
Se desideri sostenere questo blog puoi contribuire cliccando sul tasto:
Grazie!

Trova nel sito:

Qualche cosa!!!

Some text..

Some text..